Cuoredinapoli Beyond the Lab – Tanti eroi un unico battito

Ti aspettiamo Sabato 15 Dicembre alle ore 17:00 a Piazza Montecalvario per la proiezione del corto ‘I volti dei Quartieri Spagnoli’ e l’accensione del webfaro #CUOREDINAPOLI.

Esiste una epicità delle piccole cose. Prendere una metropolitana, riparare un motorino, fare la spesa e persino preparare il ragù della domenica sono gesti ordinari che assumono le sfumature dello straordinario, per il particolare contesto in cui vengono compiuti: Napoli.
È la città stessa a forgiare questi eroi urbani e contemporanei, in grado di muoversi nel suo tessuto, lasciandosi contaminare senza smarrirsi. Non hanno bisogno di maschere né di mantelli, perché già indossano camici e grembiuli, utilizzano mestoli e penne, sorrisi e pazienza per affrontare la loro eroica quotidianità.
Sono eroi inconsapevoli che affrontano le incertezze e le avversità e che rintracciano equilibri precari, quasi impossibili, in circostanze non sempre favorevoli.
In questo sistema ogni cosa trova un suo tempo sincronico e sintonico che viene percepito come un unico battito, un sentimento capace di unire le sorti di molti per la costruzione di un territorio comune.

#CUOREDINAPOLI – BEYOND THE LAB è un progetto realizzato dall’Accademia di Belle Arti di Napoli in collaborazione con Foqus – Fondazione Quartieri Spagnoli Onlus, con il Dipartimento di Studi Umanistici e con il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e con mediaintegrati, vincitore del bando Prendi Parte! Agire e pensare creativo ideato dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, per promuovere l’inclusione culturale dei giovani nelle aree caratterizzate da situazioni di marginalità economica e sociale.

#CUOREDINAPOLI – BEYOND THE LAB è un progetto di arte relazionale che, grazie al coinvolgimento di NEET (“not engaged in education, employment or training”), attiverà un laboratorio artistico diffuso per sviluppare nuove pratiche di rigenerazione culturale e creativa, attraverso una proposta artistica di partecipazione condivisa e consapevole del territorio.