L’amore per i quartieri spagnoli ti resta sulla pelle

L’amore per i quartieri spagnoli ti resta sulla pelle

La croce di Cariati come tatuaggio per rappresentare un legame indissolubile

 

Abbiamo deciso, così, di intervistarlo, di fargli tre domande, attraverso la messaggistica on-line, per scoprire cosa abbia spinto Antonio Di Meglio a cucirsi addosso questo indissolubile legame con i quartieri e con la spiritualità, una spiritualità laica e popolare quella che si vive sui quartieri.

Antonio non abita più tra i vicoli dei quartieri eppure il suo cuore è fermo li.

 

 

Prima domanda.  banale ma necessaria: come mai ha deciso di farti questo tatuaggio?

Perché è una cosa che sento dentro. Ai quartieri ho vissuto i momenti più belli della mia vita, è il luogo dove il tempo si ferma e la mente ritorna ai momenti più belli, tu ci vivi e penso che solo chi ci vive o ha vissuto sui quartieri può  capire e sentire quello che si prova in questi luoghi.

Leggo che ora vivi a Fuorigrotta ma dalla tua risposta mi accorgo che i quartieri sono una parte fondamentale del tuo cuore e della tua anima. Quel tatuaggio magari riunisce anche spiritualità e senso di appartenenza?

Ora vivo al rione traiano ma non ti nascondo che spesso vado sui quartieri e passeggio per i vicoli solo per respirare quell’aria .  Lo sento un luogo di appartenenza di radici, infatti come spiritualità, è vero, hanno qualcosa di magico.  Il tempo si ferma sui quartieri.

Fanno parte di me li sento nel cuore e nell’anima.

Una parte simbolica dei quartieri sulla tua pelle. la tua anima emotivamente legata ad essi. Ci ritornerai un giorno?

Guarda, è un desiderio che ho e non ti nascondo che se ci sarà la possibilità si ci ritornerò. Vorrei finire li! Porto spesso i miei figli e anche loro che non ci sono nati adorano i quartieri .Vorrei dire che non  sono come li raccontano ma l’amore e la fratellanza  che si vivono sui quartieri non ci sono in nessun altro posto del mondo.